A cena con Zolle e Adriana

A cena con Zolle e Adriana

“Questa mattina non faccio altro che parlare di voi ai miei amici e colleghi. Grazie davvero per tutto ciò che fate. Questa iniziativa era già bella di suo, da spettatrice-consumatrice delle Zolle, intendo, ma dopo ieri sera ho apprezzato ancora di più il sistema Zolle nel suo insieme.  Adriana mi ha conquistata!!! La sua carne? Che dire? Eccezionale.
Vi racconto che quando è arrivato il piatto col suo “peposo”….al tavolo nessuno più ha parlato. Ognuno stava sicuramente assaporando il piatto con tutti i sensi, non solo col gusto!
E chiaramente sto già spargendo la voce al mio ragazzo e agli amici perché voglio andare al suo ristorante. All’amica che mi raccomandò le Zolle le ho appena scritto: “tu devi esserci alla prossima cena, non te la puoi perdere!” (…)

Besos,
M.

Lo abbiamo fatto! Era tantissimo tempo che ci pensavamo. E così finalmente, Mercoledì 19 febbraio, ospiti della Villetta Social Lab abbiamo organizzato la prima (di una lunga serie, speriamo!) cena con Zolle.

È stata un serata bellissima, fatta di chiacchiere e sorrisi. Abbiamo parlato, fatto amicizia, scambiato opinioni e formulato quesiti e, ovviamente mangiato benissimo. Insieme a noi c’era Adriana del Poder Riccio, un allevamento di Acquapendente, con il quale Zolle collabora da sempre.

Adriana ha la grazia e la determinazione di chi ha scelto una strada e la segue con tutto quello che ha, cuore compreso. Alleva bovini da sempre, fin da bambina, perché la sua è una di quelle aziende che seguono la storia di una famiglia passando di generazione in generazione. Adriana ci ha parlato del suo lavoro, delle sue scelte,  di cosa è per lei un allevamento “etico”, del modo in cui si prende cura dei suoi animali. Al Poder Riccio le mucche hanno ampi spazi in cui muoversi e pascolano tra i prati. Fin che ce n’è mangiano erba, nelle stagioni in cui l’erba scarseggia si passa ai foraggi e ai mangimi. Scegliere il cibo per i propri animali è una questione fondamentale: devono essere buoni e devono essere sani. Niente OGM, niente di sofisticato o complesso. Così come niente antibiotici e in generale nessuna forzatura ai naturali ritmi di crescita degli animali.  Per questo nemmeno la riproduzione viene forzata, ma avviene naturalmente e i vitellini non vengono separati dalle mamme prima di aver completato lo svezzamento.