E con questo cosa ci faccio? Il sedano

E con questo cosa ci faccio? Il sedano

Hai ricevuto il sedano e ora non sai come gestirlo: è troppo e hai paura di non riuscire a consumarlo tutto prima che si rovini oppure non sai bene come pulirlo?

Non c’è problema Maria Pia ci racconta come fa lei.

Come pulire e conservare il sedano

Taglia la parte finale dei gambi con le foglie, lavala e asciugala bene; disponila in un sacchetto per alimenti (senza ammassarla) e congelala. Ti servirà per insaporire il brodo, per preparare delle minestre e per il soffritto.

Stacca le coste esterne dal torsolo e con l’aiuto di un coltellino affilato togli i fili partendo dal fondo. Lava le coste e asciugale bene, conservale in frigo assieme alla parte centrale, in un sacchetto di carta.

Le coste esterne più dure, tagliale a pezzi, frullale con poco olio e conservale nel congelatore: per usarlo ti basterà scaldarlo leggermente e unirlo ad un soffritto.

Frulla carote, sedano, porri, uno spicchio di aglio e del prezzemolo, congela tutto. All’occorrenza avrai già pronto il soffritto.