I vini della cantina Robertiello

I vini della cantina Robertiello

Simone, è un agronomo, ha la passione per il vino e una piccola produzione amatoriale.
Nel 2011 gli amici e Monica, sua moglie, lo convincono a partecipare ad una gara di vini che si tiene a Vignarello.
Simone porta il Barocco e il Barocco stravince.
Il risultato, il punteggio e i commenti sul suo vino convincono Simone a seguire la sua passione e fare della produzione del vino un lavoro a tempo pieno.
Si licenzia e con la liquidazione acquista un’antica cantina abbandonata di Vignarello, un piccolo paese in provincia di Viterbo.
Il paesino è un antico borgo romano costruito in tufo che deve il suo nome e la sua fama proprio alla produzione del vino.
Negli ultimi decenni, però, le cantine sono state chiuse e i vigneti sono stati sostituiti con gli alberi di nocciole.
Simone restaura la cantina e inizia la sua attività. “Il primo anno sono riuscito ad ottenere circa 700 bottiglie. Sono andate a ruba. Oggi, abbiamo quasi 3 ettari di vigneto e siamo arrivati a produrre circa 30.000 bottiglie. Il mio obiettivo è fare vino buono, sano e alla portata di tutti“, continua Simone. “Usiamo pochissimi solfiti: in biologico è permesso aggiungerne 100 g per ettolitro, noi non ne usiamo mai più di 40 g.”

IL VINO

Nella Cantina Robertiello si vinifica ancora in modo artigianale. L’uva che si utilizza proviene da coltivazioni biologiche non intensive e da vecchie piante che hanno una bassa produttività, ma permettono di ottenere vini di alta qualità. Vengono utilizzate bassissime quantità di solfiti, l’uva viene selezionata a mano e non vengono utilizzati additivi e chiarificanti come tannini in polvere, resine sintetiche, albumina, caseina, acido citrico, ecc.

Trovi i vini della Cantina Robertiello nel modulo di Mercato Libero o allo Spaccio.

Il Mosaico è un rosso che si ottiene dall’uva Sangiovese e dalla Ciliegiolo; è utilizzabile su tutti i piatti a base di carne o come vino da pasto (vedi descrizione sulla controetichetta. È eccezionale se messo sulla pasta e fagioli (bastano 2-3 cucchiai, direttamente nel piatto e mai nella pentola bollente).

Il Barocco è un vino rosso barricato, ottenuto anch’esso da Sangiovese e Ciliegiolo, e accompagna bene piatti di carne o con formaggi stagionati. La cantina Robertiello lo consiglia in pasti importanti dove viene richiesto un vino più strutturato.

Il San Sebastiano è un vino bianco ottenuto dall’uva Trebbiano e dalla Malvasia; deriva da solo mosto fiore e questo gli conferisce sapore e profumo superiori. Il San Sebastiano si accompagna a tutti i piatti a base di pesce, verdure e formaggio. Ottimo su molluschi e crostacei o per aperitivi.