Il bergamotto

Il bergamotto

Ieri è arrivato nel nostro magazzino un frutto con un buonissimo profumo: il bergamotto.


Arriva dall’azienda “Il Giardino del Bergamotto” che si trova nella contrada Rodì di Condofuri, nel cuore dell’area culturale grecanica, in provincia di Reggio Calabria. Li abbiamo conosciuti grazie a Federica della cooperativa ARIA con la quale stiamo lavorando molto negli ultimi mesi.

Il Giardino del Bergamotto è un’azienda biologica certificata che si estende su circa 25 ettari, oltre 4 dei quali coltivati con tre varietà di bergamotto: il Fantastico (dalla forma simmetrica e ovoidale e dalla buccia semi-liscia), il Castagnaro (dai frutti grandi, meno sferici e dalla buccia rugosa) e il Femminello (dai frutti sferici piccoli e liscissimi). Il nome “bergamotto” sembra derivare dal turco begarmundi che significa ‘pero del Signore’.

Le origini del frutto sono oscure, alcuni sostengono che sia stato portato da Colombo dalle isole Canarie, altri che venga dalla Cina, altri ancora dalla Grecia o dalla città di Berga in Spagna. È anche possibile che sia una specie autoctona calabrese; certo è che in Calabria il bergamotto ha trovato le condizioni ideali per svilupparsi, visto che qui si raccoglie il 90% della produzione mondiale.

Il bergamotto (nome scientifico è Citrus Bergamia Risso) ha la buccia di colore giallo, si raccoglie da novembre a marzo e viene coltivato in via esclusiva in una parte della provincia di Reggio che va da Villa San Giovanni a Monasterace. L’olio essenziale estratto dalla buccia viene utilizzato sia per addolcire molte varietà di infusi, sia per produrre profumi, sia nella farmacopea per le sue proprietà disinfettanti.

Molteplici sono le proprietà benefiche di questo frutto. Recenti studi dell’Università di Catanzaro, pubblicati anche dall’International Journal of Cardiology, hanno dimostrato che l’assunzione di bergamotto contribuisce al controllo del colesterolo.

In cucina il bergamotto può essere usato per arricchire le insalate insieme a spicchi di arancia, conditi con olio, sale ed aceto balsamico. La buccia grattugiata e/o il succo vengono utilizzati per aromatizzare l’olio extravergine d’oliva e risotti (fai tostare il riso nel succo di bergamotto e aggiungi a fine cottura la buccia grattugiata o tagliata à julienne), o per insaporire pesce arrosto e scaloppine sia di carni bianche che rosse. Può essere inoltre usato in molte altre preparazioni – non solo dolciarie – in sostituzione del limone. La marmellata di bergamotto è ottima sia per preparare dolci sia per accompagnare formaggi molli, spalmabili e la ricotta di pecora nonché arrosti di selvaggina e di maiale.

Sul sito del “Giardino del Bergamotto” troverai molte ricette per gustare questo frutto e per approfittare delle sue molteplici qualità benefiche.