Zolle_consegnainbici

Il giornale online Open parla anche di noi!

Il giornale online Open parla anche di noi!

Il 18 marzo, in occasione del primo sciopero globale per chiedere azioni concrete per contrastare i cambiamenti climatici, siamo stati intervistati dal giornale online Open.

“Zolle esiste ormai dal 2008. «Vogliamo costruire un patto tra chi produce e chi mangia. Non chi consuma, ma chi mangia appunto, perché se sei solo consumatore sei passivo, e questo ha un significato ambientale», prosegue Simona. «Siamo noi con le aziende a scegliere cosa le persone mangeranno: se si è abituati a mangiare il pomodoro a Natale si va contro la sostenibilità ambientale». La coltivazione in serra, anche se con certificazione, è «insensata»: «Mangiare di stagione, invece, ha un impatto su tutto il sistema produttivo del cibo e sull’ambiente». Raccolti quotidianamente i prodotti dalle aziende agricole, si passa alla consegna alle famiglie. «Su Roma, un posto dove la logistica è una follia», sorride Simona. Niente Co2: «Con un sistema integrato di logistica basato sulle bici da carico». Le zolle hanno un costo settimanale che varia dai 24 (single) ai 59 euro per famiglie, con carne o senza carne. Poi certo, magari la spesa viene integrata con altri acquisti, «ma non possiamo limitarci a pensare ai costi, quando si parla di cibo. È e deve diventare una questione culturale”.

Open – 16/03/20190 – “Quanto costa vivere come Greta Thunberg?