Una sorpresa nelle Zolle

Una sorpresa nelle Zolle

Sognavamo di riuscire a inviarle nel mezzo dei passati giorni di clausura forzata, ma non ci siamo riusciti.
Volevamo che la Zolla si trasformasse in una sorpresa ancora più grande e che portasse al suo interno qualcosa di completamente inaspettato.
Volevamo fosse qualcosa di allegro, ma che avesse anche la forza del segno, del simbolo: un bruco che si trasforma in farfalla; un buffo animale che ci esorta a reagire.
Volevamo che questo nostro pensiero fosse, anche, un modo per sostenere una piccola realtà artigianale. Ne abbiamo scelta una che fa un lavoro antico, ma modernissimo. Un lavoro che ha molto a che fare con il tempo.
Abbiamo fatto in fretta, ma siamo arrivati tardi.

E così, ostinatamente contro tempo, sono nate queste cartoline, realizzate con la stampa a caratteri mobili, una cosa da pazzi in questi tempi veloci. Una cosa da sognatori in questo mondo efficiente e produttivo; ma anche un atto rivoluzionario: prendersi il tempo di fare con le mani, lentamente, un lavoro che è un’arte.

Le cartoline sono state ideate e realizzate da un piccolo laboratorio artigianale che si chiama Betterpress e, affinché potessimo inviarle a tutti (prima del prossimo Natale!), abbiamo chiesto ai ragazzi di HB production, uno studio grafico, di rielaborarle e digitalizzarle.

Infine, abbiamo voluto che fossero proprio delle cartoline: il mezzo che un tempo si usava per mandare un saluto, un abbraccio, un bacio affettuoso.