fbpx

Michelina Mancini

Michelina Mancini

Per noi il biologico non è un modo di coltivare, ma un modo di essere: abbiamo un certo modo di pensare, un certo modo di rapportarci all’ambiente intorno a noi e di intendere le cose che non si sarebbe mai potuto conciliare con l’agricoltura convenzionale.

Una piccola azienda a conduzione familiare, un territorio storicamente vocato alla coltivazione delle pesche, il piacere di lavorare in campagna, la voglia di sperimentare, il coraggio di sbagliare e la soddisfazione di imparare cose nuove sono questi alcuni degli ingredienti che fanno l’azienda agricola biologica di Michelina e di suo marito Angelo.
Michelina è cresciuta in campagna, suo padre e sua madre fin da giovanissimi si sono occupati di agricoltura prima coltivando ortaggi, poi pesche, seguendo il percorso di tanti altri agricoltori della zona di San Salvo. A Michelina stare in campagna è sempre piaciuto, ma prima di decidere che questo sarebbe stato il suo lavoro ha concluso gli studi ed è diventata insegnante. All’aria aperta, sotto il cielo, al mattino prestissimo, però, Michelina è più contenta e, per questo, nel 2000  abbandona l’insegnamento e si dedica completamente all’agricoltura.

Insieme al marito fa nascere la sua azienda agricola unendo alcuni terreni della sua famiglia con altri della famiglia di Angelo. Fin da subito decidono di usare il metodo biologico. Per loro questa è una scelta obbligata “per noi il biologico non è un modo di coltivare, ma un modo di essere: abbiamo un certo modo di pensare, un certo modo di rapportarci all’ambiente intorno a noi e di intendere le cose che non si sarebbe mai potuto conciliare con l’agricoltura convenzionale”.

In zona sono tra i pochi a fare questa scelta, non hanno alle spalle studi specifici che li sostengano, né esperti da consultare: imparano lavorando giorno per giorno, studiando, provando, sbagliando e imparando dagli errori. Fino al 2010 si dedicano esclusivamante alla coltivazione delle pesche che conferiscono alla cooperativa della quale sono soci. Poi la svolta: Michelina ed Angelo decidono di uscire dalla cooperativa, di abbandonare la monocoltura delle pesche e diversificare poco alla volta le loro produzioni. Iniziano ad impiantare alberi di albicocche, susine, pere e pesche di diverse varietà in modo da avere frutta per diversi mesi all’anno. In pochissimo tempo costruiscono una loro rete di clienti e mettono in piedi la logistica per rifornirli. “È stato un periodo difficilissimo – racconta Michelina – la decisione l’abbiamo presa poco prima di iniziare a raccogliere la frutta. Io la notte non ci dormivo, mi chiedevo: e adesso a chi la vendiamo? L’enorme complessità che c’è dietro la parola logistica l’ho capita in quella occasione!“.
Dal 2010 ad oggi la rete dei clienti si è un poco allargata ed è divenuta più solida. Michelina ed Angelo hanno aperto anche un loro punto vendita e riforniscono alcuni GAS locali.
Nel 2019 sono stati scelti per partecipare ad un progetto dell’Università di Campobasso, il progetto Demetra. Per la prima volta Michelina ed Angelo hanno avuto l’opportunità di incontrare dei tecnici specializzati in agricoltura biologica che li hanno consigliati e seguiti per tre anni in un percorso volto ad aumentare la biodiversità in campo e a promuovere lo scambio di conoscenze e l’adozione di tecniche colturali innovative.



Struttura Produttiva:

I quattro ettari di terreno sono coltivati a frutta ed ortaggi.

Certificazioni:

Biologico certificato CCPB

Prodotti principali:

Frutta (pesche, albicocche, susine, pere)

Indirizzo:

Rione Istonio, 18, 66050 San Salvo, CH, Italia



Restiamo
in contatto?

Ti  scriveremo (al massimo una volta al mese!) per invitarti alle gite che periodicamente organizziamo nelle aziende agricole con le quali collaboriamo, per raccontarti il nostro lavoro e parlarti di agricoltori e agricoltura che nel suo piccolo cambia un pò il mondo!  

Cliccando sul pulsante confermi di aver letto la nostra privacy policy e acconsenti all’invio della Newsletter. Ti arriverà una email con un link per confermare l’iscrizione.

Restiamo
in contatto?

Ti  scriveremo (al massimo una volta al mese!) per invitarti alle gite che periodicamente organizziamo nelle aziende agricole con le quali collaboriamo, per raccontarti il nostro lavoro e parlarti di agricoltori e agricoltura che nel suo piccolo cambia un pò il mondo!  

Cliccando sul pulsante confermi di aver letto la nostra privacy policy e acconsenti all’invio della Newsletter. Ti arriverà una email con un link per confermare l’iscrizione.