Una Garlanda

Una Garlanda

Una Garlanda si trova a Rovasenda in provincia di Vercelli ed è gestita dalla famiglia Stocchi.

Gli Stocchi coltivano riso da tre generazioni, per oltre 40 anni hanno praticato, sui loro 130 ettari di terreni, un’agricoltura di tipo intensivo a monocoltura con l’ausilio massiccio di prodotti di chimica di sintesi. A partire dagli anni ’90 questo sistema viene messo in crisi, Fulvio e suo fratello Gianfranco si avvicinano a metodi di coltivazioni più sostenibili: adottano alcune pratiche di rotazione colturale e di riduzione della chimica. La svolta decisiva avviene negli anni successivi: tra il 2001 e il 2002 l’azienda adotta il metodo biologico e in quegli stessi anni si avvicina al metodo della Policoltura MA-PI*.

Si inizia a rimettere in campo vecchie varietà di riso abbandonate da decenni, si creano parcelle di terreno in cui ben 14 varietà antiche vengono lasciate libere di creare e ricreare il seme. Da questo lavoro che ha richiesto tempo e pazienza si è giunti alla coltivazione in scala più ampia di molte di esse e alla nascita della prima Ditta Sementiera Biologica, responsabile della conservazione e produttrice di antiche varietà di riso. Ad oggi, Una Garlanda è responsabile della conservazione in purezza di 8 antiche Varietà da Conservazione. La trasformazione dell’azienda non si limita, però, all’utilizzo di varietà antiche, si compie piuttosto una totale rivoluzione del metodo colturale che prevede la ricostruzione di un ecosistema. Per questo, negli anni, si mettono a dimora 15 mila piante autoctone come Ontani, Sanguinelli, Salici e arbusti spontanei, piantumate in filari per una lunghezza di circa 80 km su tutta la superficie aziendale. La dimensione delle risaie viene ridotta a dimensioni più naturali. Si pratica la rotazione, non solo con le colture da sovescio, ma ispirata alla diversificazione e alla consociazione di varietà e specie per sostenere la vita del suolo e la materia organica. Si provano e studiano decine di miscele di erbai diversi con vari tempi di asciugatura e allagamento che portano alla scoperta di un metodo di pacciamatura, oggi largamente studiato, ribattezzato “metodo Stocchi” o pacciamatura verde. 

Questi e altri interventi hanno permesso a Una Garlanda di escludere totalmente il ricorso a fertilizzanti, insetticidi o fungicidi sia di chimica di sintesi che naturali. E non solo. Negli anni il paesaggio aziendale è mutato radicalmente sono ricomparse specie animali sparite da tempo e si stanno ricostruendo anche gli anelli più alti della catena alimentare con la comparsa di tante specie animali, preceduta da una grandissima diversità di erbe spontanee. Proprio la ricomparsa della Rumex crispus, una pianta spontanea, ha preceduto la ricomparsa della Lycaena dispar una farfalla a rischio di estinzione che depone le sue uova solo sulle sue foglie. 

 

*La Policoltura si esprime con la crescita spontanea di diverse piante su uno stesso terreno e segue una prima regola fondamentale: il recupero dell’ambiente di coltivazione. Il metodo della Policoltura MA-PI prevede:

  • l’utilizzo di semi non ibridi, possibilmente di varietà antiche e auto riprodotte in azienda;
  • la piantumazione di siepi e filari di alberi, arbusti, alberi da frutto, sugli argini e all’interno dei campi;
  • il totale abbandono di sostanze estranee all’ambiente di coltivazione, come concimi, diserbi, fungicidi,
  • di lasciare una parte dei campi per permettere l’auto riproduzione spontanea dei semi (il 10% dei campi)


Struttura Produttiva:

L’azienda si trova a Rovasenda in provincia di Vercelli in località Barraggia (anche conosciuta come la savana italiana) a 220 metri sul livello del mare. Dispone di 130 ettari di terreni coltivabili, un terzo di proprietà della famiglia Stocchi,  il resto in affitto.

 

Filiera Produttiva:

Tutto il ciclo produttivo si svolge in azienda: dalla riproduzione del seme fino all’insacchettamento.

Una Garlanda è anche una Ditta Sementiera Buologica responsabile della riproduzione e della coltivazione di alcune varietà antiche di riso. L’azienda dispone anche di una pileria dedicata alla pulizia del risone, di un locale impacchettamento e un negozio.  Per ridurre al minimo l’uso di plastica il riso viene confezionato in pacchetti di carta chiusi con una cucitura di cotone.

Dal 2007 Una Garlanda coltiva senza utilizzare fertilizzanti, insetticidi o fungicidi sia di chimica di sintesi che naturali. I terreni non vengono diserbati e le rotazioni sono ispirate alla diversificazione e alla consociazione di varietà e specie per sostenere la vita del suolo e la materia organica. L’obiettivo aziendale è quello di produrre in modo naturale senza l’ausilio di input esterni, ricreando e diffondendo biodiversità. 

Certificazioni:

Certificati in biologico.

Si riunisce presso Una Garlanda un circolo culturale che cerca di diffondere il rispetto dell’ambiente partendo da una sana alimentazione.

Prodotti principali:

Antiche e diverse varietà di riso, miglio, fagioli.

Una Garlanda è “responsabile della conservazione in purezza” di 8 antiche Varietà da Conservazione: Bertone e Originario Chinese, Lencino, Chinese Ostiglia, Nano, Dellarole, Precoce Gallina, Precoce 6 (Vedi Decreti MIPAAF GU n. 257 del 05/11/2014, n.105 del 08-05-2017, n.119 del 24-05-2018).

Indirizzo:

Cascina dell' Angelo, 13040 Rovasenda VC

Sito web:

https://www.unagarlanda.it/